Gliomi

I gliomi sono un gruppo di tumori del sistema nervoso centrale che presentano caratteristiche diverse a seconda delle cellule del cervello da cui originano. Sebbene rappresentino la maggioranza dei tumori a carico del Sistema Nervoso Centrale, i gliomi sono considerati neoplasie rare perché non colpiscono più di 6 persone su 100.000 all’anno.

 

Indice

 

Cosa sono i gliomi?

I gliomi sono tumori primitivi che originano nelle cellule gliali del sistema nervoso. Le cellule gliali formano un tessuto chiamato "glia" che circonda i neuroni e fornisce la loro struttura di sostegno. I tipi di gliomi più diffusi sono:

  • Astrocitoma: ha origine negli astrociti, le cellule deputate a stimolare la crescita dei neuroni e mantenere in posizione i neuroni. Gli astrocitomi sono la forma più comune di glioma e possono verificarsi a qualsiasi età.
  • Ependimoma: si muove dalle cellule ependimali che rivestono i ventricoli. Questo tipo di glioma è raro e rappresenta circa il 5% dei tumori cerebrali primari. Tuttavia, sono la causa di circa il 10% delle neoplasie cerebrali dei bambini in età inferiore a dieci anni.
  • Oligodendroglioma: ha origine negli oligodendrociti, le cellule che si occupano di trasportare la mielina ai neuroni.  Questi tumori rappresentano circa il 5% dei tumori cerebrali primari e di solito colpiscono gli adulti giovani o di mezza età.
  • Glioma misto: deriva da più di un tipo di cellula gliale. Anche chiamati oligoastrocitomi, possono diffondersi in più aree del cervello. I gliomi misti rappresentano solo circa l'1% dei tumori cerebrali primari e di solito si sviluppano nei maschi adulti.

 

Negli anni sono state proposte diverse classificazioni. La classificazione più diffusa suddivide i gliomi in funzione del grado di aggressività:

  • grado I: astrocitoma pilocitico, più frequente in età giovanile anche a livello del cervelletto
  • grado II: astrocitoma diffuso, oligodendroglioma, oligoastrocitoma, ependimoma
  • grado III: astrocitoma anaplastico, oligodendroglioma o oligoastrocitoma anaplastico
  • grado IV: glioblastoma multiforme, gliosarcoma.

 

Quali sono le cause dei gliomi?

A tutt’oggi, non si conoscono ancora le cause dei gliomi e sono stati individuati pochissimi fattori di rischio. In generale, sappiamo che i gliomi sono più frequenti negli individui di sesso maschile e nelle popolazioni europoidi. Nonostante questo, altre persone che non presentano nessuno di questi fattori di rischio potrebbero comunque svilupparlo. I fattori di rischio riconosciuti sono: la storia familiare, le sindromi genetiche e le radiazioni ionizzanti.

 

Quali sono i sintomi dei gliomi?

I sintomi dipendono dalle dimensioni, dal grado e dalla posizione del tumore. I gliomi che si verificano nel cervello possono causare vomito, mal di testa, convulsioni, vertigini e svenimenti. I gliomi che premono sul nervo ottico possono causare perdita della vista, mentre quelli che crescono nella colonna vertebrale possono causare dolore e debolezza degli arti. In breve, i sintomi sono:

  • Mal di testa
  • Aumento della dimensione del cranio (in età infantile)
  • Cambi della personalità
  • Irritabilità
  • Vomito persistente
  • insonnia
  • Debolezza degli arti
  • Perdita di memoria a breve termine
  • Problemi di linguaggio
  • Crisi epilettiche

 

Come avviene la diagnosi dei gliomi?

In caso di glioma sospetto o accertato, il primo passo è sottoporsi ad esami clinici per valutare le funzioni cerebrali. Successivamente, gli esami radiologici identificano il glioma e ne determinare la posizione ed estensione esatte. L’esame più indicato è la RM encefalo che può essere completata da una spettroscopia e da una RM funzionale. Se ciò non dovesse bastare, per chiarire ogni dubbio il chirurgo provvederà ad effettuare una biopsia per raccogliere un campione di tessuto tumorale.

 

Quali sono le opzioni di trattamento dei gliomi?

Per poter decidere quale sia il migliore trattamento per un glioma, i medici devono considerare molti aspetti relativi all’età, alle condizioni generali del paziente, alla sua storia medica e ai risultati degli esami istologici. Sicuramente, la chirurgia rappresenta il trattamento iniziale da preferire e con le probabilità di guarigione maggiori. Dopo la chirurgia, il trattamento è diverso a seconda del sottotipo di glioma. Vediamo i principali tipi di trattamento dei gliomi.

 

Resezione chirurgica

La resezione chirurgica è il trattamento più efficace contro i gliomi perché determina un prolungamento della sopravvivenza e permette di somministrare terapie post-operatorie più efficaci. Tuttavia, se ci si aspetta che una chirurgia radicale danneggi le funzioni neurologiche, l’intervento deve essere eseguito soltanto con l’intento di rimuovere la maggior parte possibile del tumore entro i limiti consentiti dalla sicurezza, risparmiando i tessuti sani.

 

Intervento chirurgico in biopsia stereotassica o a cielo aperto

Quando non è possibile agire direttamente con la resezione chirurgica del glioma, una biopsia può aiutare a fornire una corretta diagnosi istologica. La biopsia stereotassica è un metodo meno invasivo per ottenere un campione di tessuto, mentre la biopsia a cielo aperto è una procedura chirurgica che viene eseguita in anestesia locale o generale e consente di rimuovere una porzione di tessuto maggiore. 

 

Radiochirurgia stereotassica con Gamma Knife

Si tratta di un metodo di trattamento riservato a pazienti con tumori piccoli e localizzati profondamente nel cervello. Viene realizzato tramite irradiazione con radiazioni ionizzanti e con computer treatment planning system 3D apposito.

 

Radioterapia o chemioterapia

I trattamenti post-operatori consistono principalmente nella chemioterapia o nella radioterapia. Il loro utilizzo differisce in base al sottotipo di glioma.

 

Terapia farmacologica

Una volta trovato il trattamento adeguato, la terapia farmacologica può aiutare a controllare, almeno in parte, i sintomi del tumore. I farmaci più utilizzati sono i farmaci antiepilettici, i corticosteroidi, utili a ridurre il gonfiore e limitare l’edema.

 

 

N.B.: La presente pagina non ha valore di diagnosi o prescrizione medica.

Possibili trattamenti

Di seguito le tecniche di intervento che, a discrezione del medico, possono essere impiegate nel trattamento dei gliomi.