Neurochirurgo

18 dicembre 2019

Sintomi del neurinoma dell'acustico: attenzione a fischi e ronzii

Il neurinoma dell’acustico è una neoplasia benigna che si sviluppa dall’ottavo nervo cranico. Questo nervo corre dall’orecchio interno al cervello ed è responsabile dell'udito e dell'equilibrio.
I sintomi più frequenti quali  fischi, ronzii e la perdita dell'udito in un orecchio sono segnali d’avvertimento iniziali in circa il 90% dei casi. Questi sintomi sono dovuti alla pressione che la malformazione tumorale esercita contro l'ottavo nervo cranico, interrompendo la sua capacità di trasmettere i segnali nervosi al cervello. 
Alcuni individui, in particolare quelli con piccoli tumori, potrebbero non avere sintomi associati (asintomatici); in questi casi il neurinoma è un riscontro occasionale durante accertamenti eseguiti per altri motivi. 

 

Sintomi e segnali del neurinoma dell’acustico
I neurinomi dell’acustico sono tumori a crescita lenta che possono causare diversi tipi di sintomi, primi fra tutti acufeni e perdita progressiva dell’udito. Solitamente, la perdita dell'udito avviene gradualmente ed è sempre limitata al solo nervo interessato. 
I neurinomi dell’acustico possono anche causare vertigini, problemi di equilibrio e instabilità. Poiché questi tumori di solito crescono molto lentamente, spesso il corpo riesce a compensare questi problemi che si rendono evidenti solo ad uno stadio più avanzato. Talvolta, i sintomi includono debolezza, paralisi del viso, intorpidimento, formicolii e difficoltà di deglutizione (soprattutto nel caso di tumori più voluminosi)
In casi molto rari, i neuromi acustici possono portare ad una condizione di idrocefalo. Crescendo, premono contro il tronco cerebrale e impediscono il normale flusso di liquido cerebrospinale tra il cervello e il midollo spinale. 

 

Frequenza d’insorgenza del neurinoma dell’acustico
I neuromi dell’acustico colpiscono in maggioranza le donne rispetto agli uomini. In genere, si sviluppano in individui di età compresa tra i 30 e 60 anni. Si stima che il neurinoma dell’acustico colpisca circa 1 persona su 100.000.
Ogni anno, vengono diagnosticati circa 2.500 nuovi casi d’insorgenza della patologia. L'incidenza è particolarmente aumentata negli ultimi anni, probabilmente a causa della presenza di metodi diagnostici più raffinati ed evoluti. Tuttavia, nei casi di neurinomi di piccole dimensioni, la patologia non viene diagnosticata, rendendo difficile determinare la sua vera frequenza nella popolazione.

In presenza di sintomi come questi, recatevi da un medico specialista.

 

Il dott. Alberto Franzin, neurochirurgo, visita ed opera a Brescia presso l’Ospedale Fondazione Poliambulanza, inoltre visita privatamente a Milano, Cosenza, Taurianova (Reggio Calabria) e Lecce.