Neurochirurgo

18 settembre 2019

Gliomi cerebrali: sintomi e cura 

I gliomi cerebrali sono i tumori primitivi legati al SNC più frequenti, anche se la loro incidenza nella popolazione resta piuttosto bassa.

I gliomi sono tumori cerebrali associati ai tre tipi di cellule gliali nel cervello, che comprendono astrociti, oligodendrociti e cellule ependimali. Le cellule gliali formano il tessuto di supporto del cervello e, a differenza dei neuroni, non conducono impulsi elettrici.
Se non trattato, qualsiasi tipo di glioma può crescere e premere su altre strutture all'interno del cervello. La pressione sul cervello può essere dannosa in quanto forza il cervello contro il cranio, causando danni anche di lunga durata e ostacolando il corretto funzionamento. 

 

 

Come riconoscere i sintomi dei Gliomi

 

I sintomi dei gliomi dipendono dalle dimensioni, dal grado e dalla posizione, ma possono includere:

  • Mal di testa
  • Nausea e vomito
  • Sonnolenza
  • Convulsioni
  • Cambiamenti nella personalità
  • Perdita di memoria
  • Difficoltà d’espressione
  • Debolezza o perdita di sensibilità agli arti
  • Difficoltà di movimento
  • Problemi alla vista 

 

Come la maggior parte dei tumori cerebrali primari, la causa esatta dei gliomi non è nota. Ma ci sono alcuni fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare una neoplasia cerebrale:

 

  • Età: i gliomi sono più comuni negli adulti di età compresa tra 45 e 65 anni. Tuttavia, un tumore al cervello può verificarsi a qualsiasi età. 

 

  • Esposizione alle radiazioni: nelle persone che sono state esposte a un tipo di radiazione chiamata radiazione ionizzante è stato rilevato un aumento dei casi di glioma. Esempi di radiazioni ionizzanti includono la radioterapia utilizzata per trattare il cancro e l'esposizione alle radiazioni causata dalle bombe atomiche. 

 

  • Storia familiare: è raro che il glioma si tramandi di generazione in generazione, ma avere diversi casi di glioma nella propria famiglia può raddoppiare il rischio di svilupparne uno. 

 

 

Trattamento e cura dei gliomi cerebrali

 

In caso un glioma venga diagnosticato ad uno stadio avanzato, il tumore potrebbe essersi già diffuso a tal punto da non poter essere più curato. Il trattamento si concentra quindi sul miglioramento della qualità di vita e sull’alleviamento dei sintomi. Questo si chiama trattamento "palliativo" e può includere l'uso di farmaci per alleviare il dolore, la nausea e il vomito.


Nel caso in cui, invece, sia ancora possibile agire, le opzioni terapeutiche includono:

 

  • Chirurgia: attraverso la craniotomia, il neurochirurgo esegue una biopsia del glioma, rimuovendo contemporaneamente parte del tumore. Al termine dell'operazione, l'osso viene sostituito e il muscolo e la pelle vengono cuciti.
  • Radioterapia: vengono utilizzate piccole dosi di radiazioni per colpire e distruggere le cellule tumorali.
  • Chemioterapia: vengono prescritti farmaci antitumorali.

 

Spesso, in caso di gliomi, vengono utilizzati in combinazione tutti e tre i trattamenti.

 

Il dott. Alberto Franzin, neurochirurgo, visita ed opera a Brescia presso l’Ospedale Fondazione Poliambulanza, inoltre visita privatamente a Milano, Cosenza, Taurianova (Reggio Calabria) e Lecce.