Neurochirurgo

27 aprile 2020

Cos'è Gamma Knife e come funziona

La radiochirurgia mediante Gamma Knife è una tecnica innovativa per la cura mini-invasiva di tumori e patologie a livello cerebrale. Con Gamma Knife è possibile trattare determinate patologie cerebrali in modo mirato, attraverso l’emissione di raggi gamma che agiscono in modo particolarmente preciso sulle zone da trattare, evitando di danneggiare le strutture cerebrali. 

 

La radiorchirurgia stereotassica con Gamma Knife permette infatti di concentrare il fascio di raggi gamma in un determinato punto ed è utilizzabile anche per la cura di patologie cerebrali che non sono trattabili con la chirurgia tradizionale, specialmente in caso di lesioni profonde e difficilmente raggiungibili.

 

 

Cos’è Gamma Knife e quando è stata inventata?

 

Gamma Knife è una forma di radiochirurgia stereotassica, ovvero una radioterapia estremamente mirata e selettiva, per il trattamento di alcuni tumori cerebrali, alcune malformazioni vascolari e alcune forme di patologie funzionali, come ad esempio la nevralgia trigeminale e il tremore.

 

Gamma Knife è stata inventata alla fine degli anni 60 dal neurochirurgo svedese Lars Leksell, che ha avuto l’idea di associare delle sorgenti di raggi gamma ad un sistema di stereotassia, ovvero di localizzazione all’interno della scatola cranica.

 


Come funziona Gamma Knife?

 

Gamma Knife ha avuto un importante sviluppo negli anni 90 grazie all’introduzione della risonanza magnetica alla pratica clinica, consentendo di visualizzare e localizzare in modo particolarmente preciso il tumore a livello cerebrale.

 

Nei casi di tumore cerebrale, il paziente viene sottoposto ad una risonanza magnetica per individuare la localizzazione della neoplasia e successivamente, se idoneo, viene selezionato per il trattamento con Gamma Knife.

 


Il trattamento Gamma Knife nell’ospedale di Brescia “Fondazione Poliambulanza”

 

Nel corso degli anni Gamma Knife ha avuto un’evoluzione tecnica importante. In Poliambulanza è possibile trovare la prima Gamma Knife Icon disponibile in Italia, nonché una delle prime in Europa.

 

Rispetto ai modelli precedenti, con la Gamma Knife Icon presente in Poliambulanza è possibile effettuare i trattamenti sia con il casco stereotassico convenzionale che con la maschera termoplastica. Questo significa che in determinati casi è possibile evitare di posizionare il casco sulla testa del paziente, prediligendo l’utilizzo della più confortevole maschera.

 

Il dott. Alberto Franzin, neurochirurgo, visita ed opera a Brescia presso l’Ospedale Fondazione Poliambulanza, inoltre visita privatamente a Milano, Cosenza, Taurianova (Reggio Calabria) e Lecce.